Home arrow News arrow PREMIO LIBERALE DELL’ANNO 2006
PREMIO LIBERALE DELL’ANNO 2006 PDF Stampa E-mail
Anche quest'anno il Consorzio di Tutela e Promozione Pietra Lavica Vesuviana parteciperà all'evento.
LiberalCafè.it premia Daniele Capezzone e il Tavolo dei Valenterosi.
[scarica l'invito]

Il quotidiano on line di ispirazione liberale, diretto da Giuliano Gennaio, dopo aver premiato la rivoluzione arancione in Ucraina nel 2004 e l’editorialista del Corriere della Sera Francesco Giavazzi nel 2005, elegge liberali dell’anno 2006, a pari merito, Daniele Capezzone e il Tavolo dei Volenterosi.

Liberalcafe.it, quotidiano on line di ispirazione liberale, assegna il premio Liberale dell’Anno 2006 a Daniele Capezzone e ai Volenterosi, piazzatisi primi a pari merito. Secondo il giudizio della redazione del quotidiano diretto da Giuliano Gennaio, al secondo posto arriva il think tank Istituto Bruno Leoni, e terzo Ferruccio De Bortoli, direttore de Il Sole 24 Ore.

Daniele Capezzone è stato scelto perchè da quando è stato eletto alla Camera dei Deputati come Presidente della Commissione Attività Produttive non si è fermato un momento nel proporre riforme dell’economia e della pubblica amministrazione secondo i più autentici principi e metodi liberali. Si è espresso a favore dell'abolizione delle provincie; ha presentato iniziative importanti tra cui va ricordata senz'altro "7 giorni per un'impresa", “liberalizzazioni nel settore dei taxi” e “abolizione dell'Ordine dei giornalisti e istituzione della carta d'identità professionale del giornalista professionista. Sta portando avanti il Tavolo dei Volenterosi, a cui partecipano economisti, politici di destra, di centro e di sinistra. Ha posto un problema reale a seguito delle mancate liberalizzazioni in Italia.

I volenterosi, la cui scelta è motivata dal fatto che quattro personaggi scomodi, spiriti liberi, precursori del fare politica in modo diverso in Italia (Messa, Tabacci, Rossi e lo stesso Capezzone), seguiti anche da molti politici scontenti ed editorialisti importanti, hanno saputo andare oltre il muro della differenza d'opinioni in ambito etico e collaborare attivamente gli uni con gli altri, in primis per modificare una Finanziaria difficile da digerire e che non crea aspettative rosee per il futuro del nostro paese, e poi per proporre un ambizioso piano di riforme per l’Italia.

 
< Prec.   Pros. >
Pietra Lavica Vesuviana commercializza i prodotti di un insieme integrato di imprese che con dinamicità competono in un mercato in continua evoluzione. Moderno network imprenditoriale, si contraddistingue per gli elevati contenuti tecnologici dei propri processi di ricerca di mercato oltre che per una moderna gestione degli aspetti qualitativi.
La mission è quella di fornire ai privati, aziende, enti pubblici, i prodotti necessari, con particolare attenzione alla compatibilità storica e strutturale, un servizio integrato nell'ambito della manutenzione, ristrutturazione di infrastrutture edilizie complesse con una proposta organica che comprende consulenza, progettazione e formazione.
Dall'edilizia di qualità alla declinazione nell'arredamento, la pietra lavica è lavorata in tutte le sue forme e per ogni tipo di impiego. La conoscenza della materia e l'esperienza maturata negli anni costituiscono fondamento per ampliare l'offerta grazie ad un servizio di progettazione, realizzazione e posa in opera.

banner OV   banner VED   banner Panariello

Officine del Vesuvio di Pasquale Ammendola | Via Cola 12, 80042 Boscotrecase (NA) | Codice attività n°477899 | P.IVA 06701071216 | Tel: 3477440798
© 2019 Pietra Lavica Vesuviana
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.